Bye bye Soroche

IMG_20130909_192134

Soroche, altresi’ detto Mal di Montagna, ti saluto e ti spernacchio a 4000 mi fai un baffo!

Aereoporto “El Alto” La Paz, mt.4.061 slm. ore 11.45 am.

L’orizzonte oltre il mio cappuccino e la mia fetta di torta di mele mi mostra in lontananza la cima innevata del Monte Illimani il piu’ alto della Cordigliera reale Boliviana con i suoi 6.438 mt. Le lunghe ore di attesa “forzata” in realta’ si rivelano quantomai fruttuose per ritrovare l’ispirazione per scrivere.

Equdor 2Da piu’ di tre mesi ormai viviamo a quote tra i 2000 e i 4000 mt. a parte un breve escursus sul Pacifico. Non e’ niente male considerato che nonostante l’altitudine e’ difficile patire il freddo che potemo immaginare esserci dalle nostre parti a certe quote. Solo nelle ore notturne e nel primissimo mattino desideriamo la compagnia di un buon calorifero.

Infatti ora il mio nuovo , morbidissimo, caldissimo maglioncino di lana d’Alpaca (adoro quei deliziosi animaletti) e’ quantomai inopportuno e me lo levo, poi faccio ammenda: io che ho sempre preferito il mare alla montagna qui in Sud America mi son dovuta ricredere: le Ande mi hanno stregato.

Son mesi che le percorriamo in lungo e in largo con i pullman ed e’ impossibile rimanere indifferenti o stupefatti di fronte a tanta grandezza e a tanta forza.

Queste imponenti montagne sono sempre diverse, si trasformano a seconda della latitudine e del paese in cui ti trovi.

Si travestono di nuvole e nebbia e diventano foreste Nebulari in Equador, si ammantano di vegetazione lussureggiante diventando fertili e generose nella terra Colombiana.

salendo di quota si spogliano di quasi ogni forma vegetale e diventando Paramo per poi ritrasformarsi di nuovo negli aridi altipiani deserti e pietrosi nel Peru’.Colombia

Sono davvero affascinanti.

Possono sembrare decisamente inospitali per l’uomo, non lo sono di certo  per milioni di altre forme di vita che le popolano, eppure la gente che abita questi luoghi e’ estremamente amabile a dispetto della natura aspra e capricciosa da cui e’ circondata.

Terremoti, vulcani, uragani, sono fenomeni con i quali si ritrovano spesso a fare i conti ma ci convivono e nel Peru’ , queste ostili me anche generose montagne  diventano addirittura i loro Dei, gli Apu, coloro ai quali affidare e basare tutta la loro esistenza come fu per l’antica civilta’ Inca che se pur scomparsa da 500 anni sopravvive ancora nei volti e nello stile di vita della gente che vive in queste montagne.

Gli Inca e altre civilta’ costruirono qua il loro grandiosi imperi e a testimonianza di cio’ attraversando la magnifica Valle Sagrada, possiamo incontrare ancora le testimonianze della loro esistenza, culminando nella spettacolare citta’ perduta di Machu Picchu giustamente dichiarata una delle sette meraviglie del Mondo e Patrimonio dell’Umanita’.

 

Peru

Ma non e’ ancora finita; le Ande Boliviane, quelle Chilene e quelle Argentine ci aspettano per regalarci altre emozioni e altrettante sorprese.

Susi

Google+

4 risposte a “Bye bye Soroche”

  1. Nico scrive:

    Meno male!! Sapevo che tra la soroche e la Susi alla fine avrebbe vinto la Susi…
    Buona continuazione, che peccato però essersi perso le bolivian wrestling cholitas :-(

  2. zia gina scrive:

    ciao Susi, le fotografie che fai sono sempre bellissime
    colori e paesaggi da mozzafiato, potresti pubblicarle in
    un libro ….. ma tu perchè non appari mai??? Vorrei poterti vedere (e forse Eugenio che non ne ha voglia o tu
    che non vuoi???) sai la zia, che palle, rompe sempre!!
    un grande abbraccio!!

Lascia un Commento


Bolivia, Colombia, Ecuador, Peru